The Incredible Hulk sequel & Marvel Studios [SPOILER]

Pubblicato: 7 febbraio 2013 in Sequel
Tag:, , , , , , , , , ,

Secondo il sito LatinoReview, i Marvel Studios stanno pianificando un nuovo film su Hulk che farà parte della Fase Tre. L’articolo contiene SPOILER, se non volete che vi vengano rivelate informazioni sui vari film dei Marvel Studios, non proseguite la lettura.

Stando alle informazioni del sito, verso la fine di “The Avengers 2” verrà introdotto il nuovo film di Hulk che sarà ispirato all’arco narrativo intitolato Planet Hulk, nel quale Hulk viene inviato nello spazio da un gruppo di persone chiamate Illuminati. Una volta nello spazio, Hulk giungerà sul pianeta Sakaar dove verrà schiavizzato e costretto a combattere come un gladiatore.

Il film sarebbe direttamente collegato a “The Avengers 3” nel quale Hulk, assieme ad un esercito reclutato sul pianeta Sakaar, tornerà sulla terra, furioso e intenzionato a vendicarsi.
“The Avengers 3” si baserebbe sull’arco World War Hulk. In esso, Hulk e il suo esercito sconfiggono tutti i vari eroi e supereroi.

In Planet Hulk, il golia verde viene mandato nello spazio perché è una minaccia ma nel film corale non lo è affatto.
L’Hulk presente in “The Avengers” non è una minaccia, anzi, è un eroe che fa un ottimo lavoro di squadra e contribuisce a salvare il mondo. Nel film è chiaro il fatto che Banner sia ormai in grado di controllare Hulk e ciò si era già intuito nella scena finale de “L’incredibile Hulk”.
I produttori hanno trasformato Hulk da minaccia a eroe e ora lo vogliono fare tornare una minaccia, che senso ha avuto il passaggio “caratteriale” che gli hanno fatto fare, se vogliono riportarlo al suo stato originario?
E’ un po’ come la storia della forma del reattore presente sull’armatura di Iron Man. Nel film “Iron Man” era rotondo, in “Iron Man 2” hanno impiegato tutto il film per spiegare come mai da rotondo diventa triangolare e in “The Avengers” come per magia si ripassa da quello triangolare a quello rotondo, che stando alle immagini e ai trailer di “Iron Man 3”, sarà la forma usata anche nel terzo capitolo. Perciò “Iron Man 2”, oltre ad essere stato fatto abbastanza male è anche abbastanza inutile.

La notizia non è ancora stata confermata dai Marvel Studios ma qualche mese fa, il produttore Kevin Feige espresse il suo interesse nel trasporre sia Planet Hulk che World War Hulk.
Paradossalmente Feige e i Marvel Studios non sono riusciti a produrre bene un semplice film di Hulk (non perché non sia possibile ma perché non ne sono capaci) però credono di riuscire a trasporre una serie narrativa complessa e articolata che prevede moltissimi personaggi. Inoltre Planet Hulk è successivo a Civil War perciò “The Avengers 2”, se i rumor fossero esatti, dovrebbe basarsi proprio su Civil War.
Non avrebbe senso basarsi su un arco così ampio e complesso per vari motivi, il primo tra tutti riguarda l’identità dei vari personaggi. In Civil War si formano due fazioni, una è a favore e l’altra contro lo smascheramento e la registrazione dei supereroi. Quella a favore è capitanata da Iron Man mentre quella contro da Capitan America.
Nei vari film prodotti dai Marvel Studios, Iron Man si è già pubblicamente smascherato, Thor non ha doppie identità e tutti lo conoscono, Captain America passa più tempo senza maschera che con la maschera, Black Widow e Hawkeye sono a volto scoperto e sia l’esercito degli Stati Uniti che lo S.H.I.E.L.D. sanno che Hulk è Banner.
Partendo dal fatto che le identità dei pochi personaggi presenti nell’universo cinematogarfico dei Marvel Studios sono già state mostrate in pubblico e sono conosciute praticamente da tutti, che senso avrebbe basarsi su Civil War?
In questa miniserie a fumetti sono presenti decine e decine di personaggi e in “The Avengers 2”, neanche se volessero, riuscirebbero a mettere così tanti personaggi, in primo luogo perché non detengono i diritti di tutti quegli eroi e in secondo luogo perché sarebbero troppi in un unico film.

La cosa buffa è che quei furbastri hanno trasposto le origini dei personaggi e in quattro e quattro otto sono già giunti a eventi accaduti 40 anni dopo la nascita dei personaggi. L’incredibile Hulk è stato creato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1962, mentre Planet Hulk risale al 2006. Credete che in più di 40 anni non siano stati fatti altri fumetti di Hulk? Ne sono stati fatti eccome, a tal punto che l’universo di Hulk si è allargato comprendendo un’infinità di personaggi.
Lo stesso discorso vale anche per gli altri eroi.
Forse Feige sta cercando di allontanarsi dal film “L’incredibile Hulk” (2008) per evitare una serie di problemi legati al cast. In quel film è Edward Norton a interpretare Bruce Banner mentre in “The Avengers” c’è Mark Ruffalo nel ruolo dello scienziato. Dato che l’attore protagonista è stato cambiato, Feige si sarà chiesto: “Devo cambiare tutto il cast o lo devo mantenere invariato, ad eccezione del protagonista?”. Per risolvere ogni problema produrrà un film nel quale Hulk verrà mandato nello spazio, così da non doversi preoccupare degli altri personaggi/attori. Perciò a lui non importa se alla fine del film “L’incredibile Hulk” (2008) viene introdotto un accenno della trasformazione di Samuel Sterns nel Leader, villain che sarebbe dovuto apparire in un sequel che non venne più prodotto.
E’ bene ricordare che Leader è uno dei nemici storici di Hulk nonché uno dei personaggi più intelligenti dell’universo Marvel, probabilmente è il più intelligente visto che il suo cervello è stato contaminato da radiazioni gamma che lo hanno reso intelligentissimo. Forse anche il cervello di Feige dovrebbe essere contaminato dai raggi gamma, magari lo aiuterebbe a fare meglio il suo lavoro (almeno quello).

Diciamoci le cose come stanno, il buon vecchio Feige non ha molta voglia di leggere i fumetti (non ne ha proprio) così ha deciso di basarsi sulle origini e sui grandi avvenimenti degli ultimi 7 anni.
Dato che i fumetti della Marvel Terra-616 (l’universo classico) sono tantissimi, soprattutto quelli dei Vendicatori, Feige e combricola hanno pensato bene di leggere quasi esclusivamente le versioni Ultimate (Terra-1610) di Iron Man, Hulk, Thor, Capitan America, Nick Fury, Hawkeye, Black Widow , Ultimates, così da semplificarsi la vita.
Per essere più onesti il film “The Avengers” lo avrebbero dovuto chiamare “The Ultimates”, vista la quantità di elementi Ultimate presenti nel film.
Esistono moltissime storie classiche interessanti ed è un vero peccato che i Marvel Studios abbiano preso più spunto dalla serie Ultimate (l’universo Ultimate è nato attorno al 2000) invece che ispirarsi a tutte quelle fantastiche vicende dell’universo classico.

“The Avengers” è un buon film, con grandi effetti speciali ma con una trama abbastanza scontata e “riciclata”.
Nel 2012 non si poteva inventare qualcosa di nuovo invece che riusare per l’ennesima volta un’invasione aliena e una divinità che tenta di conquistare la Terra?
Con tutti i pianeti che ci sono nell’universo e nella nostra galassia, perché non si decidono a popolare un pianeta disabitato invece che tentare di conquistare la terra?
Soprattutto, quante volte è stata distrutta la città di New York nei film? Miliardi di volte, come se esistesse solo quella città in tutta l’America.

Se i Marvel Studios avessero voluto fare le cose fatte bene, sarebbero riusciti a creare un universo più ampio e con qualche anno di anticipo. Il primo film prodotto da loro fu “Iron Man”, pellicola che uscì nel 2008. Lo stesso anno uscì “L’incredibile Hulk”.
Passarono due anni prima di rivedere nelle sale un film dei Marvel Studios, infatti “Iron Man 2” arrivò nei cinema nel 2010. Gli ultimi due film pre-Avengers, “Thor” e “Captain America: Il primo vendicatore”, uscirono nel 2011, l’anno prima dell’uscita di “The Avengers”.
Nel 2009 sarebbero potuti uscire almeno due film e nel 2010 ne sarebbe potuto uscire un altro. Magari avrebbero potuto già produrre un film su Ant-Man e uno su Wasp, così da poterli inserire nel film dei Vendicatori, mantenendo fede alla squadra originale. Sembra che solo ora abbiano iniziato a produrre 2 o 3 film all’anno, cosa che avrebbero dovuto fare prima per accelerare i tempi. Forse i Marvel Studios non si rendono conto che gli attori sono esseri umani e invecchiano (al contrario dei personaggi nei fumetti), perciò non so per quanto tempo potranno tenere certi attori che stanno già sorvolando o superando la cinquantina.

La cosa certa è che Feige e compagnia non cambieranno mai rotta, continueranno a perseverare, basandosi solo ed esclusivamente sul desiderio di fare soldi a palate. La riconferma di ciò è stata data da Feige stesso, il quale ha dichiarato che il film “Guardians of the Galaxy” verrà prodotto solo perché non sono riusciti a riottenere i diritti dei Fantastici Quattro. Perciò non lo fanno perché vogliono trasporre quel fumetto ma perché non hanno potuto trasporre un altro fumetto. Insomma, se leggete tra le righe il messaggio è il seguente “vogliamo fare soldi con ogni fumetto esistente, non ci interessa niente dei personaggi e dato che non abbiamo i diritti di un fumetto, faremo la trasposizione di una alto fumetto preso a caso e continueremo finché potremo”.

Evviva l’onesta…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...