L’uscita nelle sale del film “Iron Man 3” ha segnato l’inizio della Fase Due dei Marvel Studios.
Questo articolo contiene spoiler perciò, se non avete visto il film e non volete che vi vengano svelati particolari riguardo alla pellicola, non proseguite la lettura.

Il regista di questo nuovo film è Shane Black, mentre i precedenti due capitoli vennero direti da Jon Favreau.
“Iron Man 3” è un film deludente sotto molti punti di vista, probabilmente troppi. I trailer e gli spot tv hanno mostrato un prodotto che non corrisponde al film.
In questo terzo capitolo della saga del vendicatore corazzato, viene presentato un nuovo villain, il Mandarino.
Nei fumetti è un temibile nemico dotato di 10 anelli magici, i quali hanno origini aliene. Nel film il Mandarino non è altro che un attore alcolizzato, che interpreta un ruolo in alcuni video messaggi che il vero villain del film, Aldrich Killian, invia al presidente degli Stati Uniti e a tutti gli americani. Nei fumetti Killian non è assoultamente cattivo, anzi, si uccide dopo aver venduto ad alcuni terroristi il virus Extremis, da lui co-creato. Nel film, questi due personaggi dei fumetti sono stati completamente stravolti e il risultato sono due personaggi che non c’entrano nulla con le loro controparti fumettistiche, ma che hanno gli stessi nomi. Il Mandarino è stato ridicolizzato in maniera mostruosa, nonostante sia uno dei villain più importanti della storia fumettistica di Iron Man. Non mi sembra giusto prendere un personaggio con 50 anni di storia e trasformarlo in un burattino nelle mani di uno pseudo-villain sputa fuoco (Killian). Tenete presente che nei trailer il Mandarino appariva come un terrorista e diceva frasi che nel film non sono presenti. Sembra quasi che abbiano creato i trailer apposta per mostrare un prodotto che in realtà non esiste, anche se i trailer dovrebbero mostrare una preview del film e dovrebbero essere chiari e limpidi dato che sono una sorta di pubblicità per esso. Mostrare dei trailer che non corrispondono al tono e alla trama del film significa ingannare il pubblico e il mio avvertimento è quello di tenere gli occhi ben aperti. Direttamente collegato a Killian c’è il virus Extremis che ovviamente nel film non è come nei fumetti, nei quali ha la capacità di potenziare fisicamente le persone ed è definibile come una sorta di siero del super soldato. Nel film invece trasforma le persone in surrogati della Torcia umana, dando loro la capacità di bruciare le cose e sputare fuoco.
Un altro personaggio completamente modificato è Iron Patriot. Nei fumetti l’uomo ad indossare questa armatura è Norman Osborn, il fondatore degli Oscuri Vendicatori. Nel film l’armatura viene indossata dal colonnello James Rhodes. Rhodey è un amico di Tony ed è conosciuto anche come War Machine. Purtroppo in questo film non appare mai l’armatura di War Machine, a favore di quella di Iron Patriot. Questo stravolgimento non ha senso se teniamo presente che Rhodes e Iron Patriot sono due personaggi che non c’entrano nulla l’uno con l’altro nei fumetti. Sarebbe come produrre un film di Spider-Man nel quale Peter Parker indossa il costume di Hobgoblin.
Questi continui stravolgimenti dei personaggi e della trama stanno allontanando fan che si sentono presi in giro.
L’obiettivo dei Marvel Studios era quello di attirare più persone e di utilizzare i film come pubblicità per i fumetti, per far si che il numero di lettori aumenti. Sfortunatamente per loro dubito fortemente che il numero di lettori aumenterà e se continueranno così diminuirà senza dubbio. Trasporre un fumetto o alcuni personaggi non significa ridicolizzarli, bensì mantenere fede al loro spirito mantenendo intatti i loro aspetti.
A molte persone questo film è piaciuto, ma sicuramente non possono negare lo stravolgimento e la mancanza di fedeltà ai personaggi e agli elementi base dei fumetti. In molti casi sono convinto che non conoscano nemmeno il fumetto e probabilmente questo ha fatto sì che loro potessero apprezzare il film.
Oltre agli innumerevoli stravolgimenti, non mi è affatto piaciuta la comicità inopportuna, presente in troppe scene e sfortunatamente, presente anche nella battaglia finale. Il regista Shane Black è famoso per questo suo tipo di comicità. Quello che molti registi e produttori non hanno ancora capito è che i cinecomics sono un vero e proprio genere, non un incrocio di generi. Sarebbe come dire che un fumetto e un libro sono la stessa cosa.

Come tutti i fan, anche io ho aspettato la scena dopo i titoli di coda e anche in questo caso sono rimasto deluso.
Nella scena si vede un dialogo tra Tony Stark (Robert Downey Jr.) e Bruce Banner (Mark Ruffalo), il quale si addormenta mentre Tony cerca di raccontargli gli ultimi eventi accaduti, partendo dal 1999.
Le scene dopo i titoli avevano il compito di aprire la strada ad altri film dei Marvel Studios, ma questa scena dimostra che nemmeno i Marvel Studios sanno dove andare e stanno facendo film solo per guadagnare qualche soldo.
Ho sempre pensato che l’obiettivo dei Marvel Studios fosse solo quello di realizzare “The Avengers” ed ero convinto che dopo quel film si sarebbero lasciati andare, “Iron Man 3” ha confermato la mia teoria.

Gabriele

commenti
  1. MonsieurVerdoux scrive:

    Tutto sommato, ho apprezzato la virata più oscura e matura di questo film (almeno a me è parsa tale, anche se molti pare la pensino diveramente): meno spacconate e battute di Tony, un pochino più di violenza e di toni dark. Un film divertente, sicuramente migliore del secondo episodio (che per me fu una delusione notevole). Non lo vedo come molto deludente rispetto agli altri film marvel degli ultimi anni, anche se concordo sull’inutilità della scena post-titoli di coda. Un saluto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...